La gerarchia del Diritto

La gerarchia del Diritto

diritti_universaliLa LEGGE (il Diritto) è costituito da regole, consuetudini, norme che permettono o vietano, determinate condotte. E’ in effetti una definizione molto semplice, ed ha origine da tutti questi elementi: RELIGIONE, LEGISLAZIONE, SCIENZE. Inoltre, deriva dalla CONSUETUDINE, esattamente come il CULTO ROMANO.

Le LEGGI di maggior rilievo, sono rappresentate dai CANONI. Quando sentiamo il termine CANONE, viene subito alla mente il DIRITTO CANONICO, quindi, avendo a che fare con la CHIESA CATTOLICA, pensiamo al DIRITTO ECCLESIASTICO.

La forma più elevata del DIRITTO, è rappresentata dai CANONI. I CANONI sono regole, procedimenti, norme, massime, misure o standard NON CONTESTATI.

NON CONTESTATI, questa è la parola chiave, in relazione a tutto questo nel tempo. A questo punto, ci rendiamo conto, di come il DIRITTO CANONICO si trasformi in uno strumento per GESTIRE IL CONTROLLO.

L’intero SISTEMA è fondato sul DIRITTO CANONICO. Di seguito i CANONI PRINCIPALI:

1 TUTTO IL DIRITTO E’ PRIMA DI TUTTO ORALE (parlato)

Sin dall’inizio della Civiltà, fino a giungere ai giorni nostri, tutte le LEGGI sono state sempre considerate, come rese effettive, tramite LA PAROLA, non rese effettive tramite LO SCRITTO.

Non ce ne rendiamo conto, quando ci presentiamo davanti ai giudici di una CORTE, o quando paghiamo una multa, tuttavia in realtà, il DIRITTO E’ FONDAMENTALMENTE ORALE. Gli imputati, ad un processo, si presentano in aula e sostengono la propria difesa, nel corso di UDIENZE, non di LETTURE. I casi giudiziari vengono risolti, sulla base del SACRAMENTO DELLA CONFESSIONE. Tutto il DIRITTO è in primo luogo ORALE.

Non è semplice esprimersi in pubblico, soprattutto in relazione al fatto che, l’intera aula di Tribunale, sia stata progettata per INTIMIDIRE. Il Giudice siede in posizione elevata rispetto la nostra, pannelli, porte, agenti armati, è tutto elaborato per intimidirci. In definitiva, l’arma più potente a nostra disposizione, quando si parla di DIRITTO, una volta consapevoli di CHI SIAMO e CHE COSA SIAMO, è la capacità di parlare con il CUORE. Questo E’ UN ELEMENTO, CONTRO IL QUALE NON HANNO ALCUNA CONTROMISURA.

2 UNA CONTROVERSIA LEGALE, DEVE TROVARE SOLUZIONE.

Certamente è un elemento che ha senso ma, ciò che stanno affermando in questo caso è che, TUTTI I DEBITI DEVONO ESSERE PAGATI, che TUTTI I CONTRATTI DEVONO ESSERE ONORATI e che, nel caso qualcuno dia il via ad una controversia, fondata sul DIRITTTO, quest’ultima debba trovare soluzione.
Quindi, quando una controversia viene sollevata, NON PUO’ PIU’ ESSERE IGNORATA, potrebbe essere infondata, ingiusta, iniqua, sbagliata ma, il peso di doverne dimostrare i limiti, grava su di noi.

GIUSTIZIA significa RENDERE ONORE ALL’ESSENZA DEL DIRITTO VIGENTE, mediante un giusto processo, indirizzato ad emettere un giudizio, in grado di fornire il più equo RIMEDIO. Quindi, esiste qualcosa che possa essere definita GIUSTIZIA. Esiste, anche se non ne troviamo traccia nell’attuale SISTEMA.

3 UNA RIVENDICAZIONE NON CONTESTATA, RIMANE IN VIGORE SILENZIO-ASSENSO

silenzio_assensoUna RIVENDICAZIONE che si trasforma in NORMA e che, NON VENGA CONTESTATA O CONFUTATA, resta in vigore in ogni caso, quindi, il SILENZIO viene considerato ASSENSO.
La ragione fondamentale, per cui le persone subiscono giudizi sommari ai propri danni, è legata al fatto che, essi risultano NON IN GRADO di fornire, nel corso del procedimento dinnanzi la CORTE, alcuna forma di CONFUTAZIONE.
Sai che il SISTEMA è sbagliato ed ingiusto e che, le loro RIVENDICAZIONI risultano infondate ma, se non utilizzi la loro procedura e, semplicemente ti presenti lì, ed affermi che la questione è infondata, a quel punto è come concedere un calcio di rigore.

Se vogliamo ottenere un cambiamento nel SISTEMA, dobbiamo forzarli ad impegnarsi. Facciamoli lavorare per verificare, per giustificare davvero ciò che stanno facendo.
Non rendiamo loro la vita facile. Non dobbiamo assolutamente permettere ad altri di promuovere sistemi che rendano la vita semplice al SISTEMA.
Rendergli la vita semplice, in una Pretura o in un Tribunale, significa ignorare questo CANONE e, dimostrarsi INCOMPETENTI.

4 L’AUTORITA’ E’ GERARCHICA – IL DIRITTO E’ GERARCHICO

Non sorprende che, la matrice originaria della cultura, l’elemento centrale della nostra cultura, sia la RELIGIONE, in quanto, è uno degli elementi essenziali che, hanno segnato il passaggio dalle civiltà pre-civilizzate, alla cultura civilizzata.

La principale suddivisione del DIRITTO:

DIRITTO DIVINO: E’ la forma più elevata del DIRITTO, LEGGI che si ritiene siano state trasmesse, da un REAME DI LIVELLO PIU’ ELEVATO, sulla base di un corpus giuridico-filosofico che affonda le sue radici in epoca ellenistica .

DIRITTO NATURALE: In questo caso, parliamo delle LEGGI DELLA FISICA, delle LEGGI DELLA SCIENZA. Le legge della gravità accade a prescindere della volontà di ogni individuo. La legge naturale esiste a prescindere da qualsiasi altra legge positiva.

DIRITTO POSITIVO: E’ il DIRITTO VIGENTE in un determinato ambito POLITICO-TERRITORIALE, in un determinato spazio di tempo, posto dal POTERE SOVRANO DELLO STATO, mediante norme generali ed astratte contenute nelle LEGGI, nonché disposizioni di carattere REGOLAMENTARE-AMMINISTRATIVO. Quando si parla di DIRITTO POSITIVO, in poche parole, si fa riferimento alle LEGGI DELL’UOMO. Il diritto positivo Italiano ha nella cuspide della sua gerarchica La Costituzione. Attarverso l’articolo n°10 la Costituzione dichiara di adeguarsi alle normative del DIRITTO POSITIVO INTERNAZIONALE:

“L’ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute”

IL DIRITTO POSITIVO viene suddiviso ulteriormente secondo se il rapporto tra individui è d’indole sociale o commerciale:

LEGGI DEL COMMERCIO (LEGGE DEL MARE/ADMIRALTY LAW): In questa categoria, rientrano quelle LEGGI che regolamentano i rapporti delle nazioni e di tutti gli scambi commerciali. E’ associata al Mare per il fatto che nel passato il commercio accadeva fondamentalmente attraverso il Mare. I principi della Legge del Commercio sono espressi primariamente nella Bibbia, nel Vecchio Testamento e nel Nuovo. La Legge del Commercio esiste sin da quando l’Uomo ha cominciato ad interagire con il suo simile, a partire dall’era sumero/babilonese. La Legge del Commercio rimane la sorgente unica e fondamentale dell’autorità funzionale in materia di scambi nella realtà attuale.

LEGGI DELLA COMUNITA (LEGGI DELLA TERRA-FERMA/COMMON LAW): In questa categoria, rientrano quelle LEGGI che regolano la vita e le persone all’interno dei confini nazionali. Tra queste troviamo ad es. il CODICE CIVILE, CODICE PENALE etc etc. La COMMON LAW nasce in Inghilterra per la risoluzione dalle dispute sulle zone di terreno in “allodium” (diritto feudale sulla terra – oLaw Land) e si basava sul senso “comune”. Quindi la legge comune è la Legge della Terra.

Sebbene lo sviluppo delle leggi della comunità arrivino dal mondo Anglosassone L’ordinamento Italiano segue LA CIVIL LAW. Queste differenze sono di vitale importanza all’ora di contestare IL SISTEMA ITALIA. Per saperne di più leggi:

Differenze tra COMMON LAW E CIVIL LAW.

Fatte queste premesse subentrano altre domande importanti per la comprensione di quanto esporremo più avanti:

Esiste la Proprietà o è solo Diritto D’uso?

La LEGGE (il Diritto) è costituito da regole, consuetudini, norme che permettono o vietano, determinate condotte. E’ in effetti una definizione molto semplice, ed ha origine da tutti questi elementi: RELIGIONE, LEGISLAZIONE, SCIENZE. Inoltre, deriva dalla CONSUETUDINE, esattamente come il CULTO ROMANO. Le LEGGI di maggior rilievo, sono rappresentate dai CANONI. Quando sentiamo il termine CANONE, viene subito ...

Review Overview

User Rating: 4.65 ( 2 votes)
0