LA NUOVA MEDICINA CHE NUOVA NON E’

LA NUOVA MEDICINA CHE NUOVA NON E’

Possiamo ritornare indietro nella storia , ai Sumeri, agli Egizi, ai Greci, o addirittura possiamo risalire alle città di Atlantide O Lemuria, per trovare ciò che l’uomo ha sempre saputo.

L’uomo sa , quando è consapevole e non addormentato dai suoi sensi (falsi profeti) che lui non è quello che appare allo specchio; l’uomo consapevole sa, che quello è solo un riflesso. Un riflesso generato ad una frequenza d’onda di luce ben precisa, che sul nostro pianeta si diffonde, vibra, tra i 450 e i 750 nanometri e che si muove ad una velocità di circa 300.000KM/secondo.
Quindi “RIFLETTENDO” un attimo ci accorgiamo che la nostra vista percepisce un corpo costituito, da quei teorici atomi così denominati , che sono la parte più piccola che genera la materia, ma il la domanda è:  come fa a generare una materia visibile se questa è invisibile?
reichQuesto è spiegato benissimo da Ighina, studioso collaboratore di Marconi, a sua volta amico di Tesla e di William Reich, veri talenti , cestinati dai nostri libri per non farci comprendere le dinamiche cosmiche e chi realmente siamo, oltre quel riflesso.

Ebbene, il mio messaggio è questo: noi siamo ENERGIA, un energia che evolve da sempre; nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma.

In questo contesto (duale) la coscienza rimanda sempre ciò che semini, per farti evolvere. Questa premessa è fondamentale per capire chi siamo, cosa facciamo qui, e come continuare a giocare in questa incarnazione.
IL centro è l’equilibrio; CORPO-MENTE-ANIMA allineati in consapevolezza.
La malattia è un conflitto generato a livello animico che ci porta fuori centro, ci porta in contrapposizione con un’altra Energia, ma in realtà,visto che L’1 è 1, ci porta in conflitto con noi stessi, ecco perché gli antichi affermavano: CONOSCI TE STESSO E AVRAI LE CHIAVI DELL’UNI-VERSO. Se percepiamo ciò, andremo a rimuovere dalla nostra mente il conflitto e con se il disagio.

Per fare ciò occorre, prendersi la responsabilità di ESSERE, capire che il nostro spirito è libero ed è venuto su questo piano per sperimentare , una serie di cose, inclusi la malattia e/o i disagi familiari. Solo se avremo il coraggio di guardarci dentro fino in fondo, allora guariremo il nostro corpo. La nostra coscienza è sempre con noi , sa tutto di noi, e ci allena per farci evolvere.

L’Elefante

 

Possiamo ritornare indietro nella storia , ai Sumeri, agli Egizi, ai Greci, o addirittura possiamo risalire alle città di Atlantide O Lemuria, per trovare ciò che l’uomo ha sempre saputo. L’uomo sa , quando è consapevole e non addormentato dai suoi sensi (falsi profeti) che lui non è quello che appare allo specchio; l’uomo consapevole ...

Review Overview

User Rating: 4.59 ( 4 votes)
0